Sentitevi a casa.

Beviamoci una coppa di champagne e facciamo due chiacchiere.

La scelta di una produzione artigianale

Lo champagne Christophe Eymery è il frutto del lavoro artigianale di piccoli viticoltori indipendenti della regione di Epernay. Ognuno di loro cura le proprie preziose bottiglie custodendole in cantina fino al momento di inviarle a destinazione.
La stessa profonda attenzione portata alle viti è destinata poi alla miscelazione del nettare per creare gli impareggiabili mix del preziosi Champagnes di Christophe.
Allretanta premura viene dedicata poi alla conservazione delle bottiglie stesse, oltre che al loro design ed al logo stesso, tutti elementi a cui Christophe ha rivolto il massimo impegno, occupandosi in prima personna di ogni dettaglio.

L’esigenza di un’alta qualità gustativa

Christophe ha sempre prediletto l’eccellenza e per i propri Champagnes sceglie pertanto solo i migliori vitigni. La miscela dei vitigni è elaborata con pazienza e minuzia per esprimere appieno la generosità dei vigneti champenois.
Gli champagne Blancs de Blancs sono realizzati esclusivamente con uve Chardonnay e poi miscelati e vinificati seguendo processi di agricoltura ragionata. Il ciclo di produzione di questi vini d’eccelenza si completa poi la particolare premura prestata alla conservazione di questi preziosi prodotti della terra.

Uno champagne dedicato al mare

La natura, in ogni sua espressione, ha sempre esercitato un potente fascino su Christophe che nel tempo ha maturato una predilezione per il mondo acqueo. Il Mare . La salvaguardia della natura e il rispetto ad essa dovuto, in particolare per il mondo marino quale pilastro del nostro fragile ecosistema, sono principi che hanno ispirato Christophe anche nell’elaborazione del suo prodotto , lo Champagne, che infatti ne vuole costituire omaggio ed una sorta di intensi metaforica tra mare a terra, una ode cioè alla natura.
L’amore per il mare si unisce alla convinzione di doverne tutelare le risorse mediante un impegno concreto che, infantti, si è tradotto nel sostegno anche economico prestato da Christophe a favore di due fondazioni: «Save Posidonia Project» del Consell Insular de Formentera (arcipelago delle Baleari, Spagna) e «Monaco Blue Initiative», un programma della Fondazione Principe Alberto II di Monaco e della Fondazione dell’Istituto Oceanografico di Monaco.

Christophe Eymery champagne

Christophe Eymery

La formazione alla Scuola alberghiera di Parigi lo spinge ancora giovanissimo ad interessarsi alla gastronomia ed anche all’enologia. Inizia a viaggiare molto presto e lavora in diversi ristoranti di lusso a Parigi e poi sulla Costa Azzurra, ma in modo particolare negli Stati Uniti, in Asia e nei paesi che si affacciano sull’Oceano indiano, luoghi – questi ultimi – che più di ogni altro hanno avuto impatto sulla sensibilità di Christophe.

I paesaggi, diversi ed incredibili, che la natura, gli svela lo conquistano e suscitano in lui amore incondizionato per lei ed un irrinunciabile rispetto vers o tutti i suoi frutti, sia del mare che della terra, rendendolo consapevole e participe sostenitore della tutela dell’ecosistema. Questo amore per il mare si è concretizzato anche nell’ indeazione del logo, un pesciolino stilizzato .La passione per il mare ed il suo mondo ispirano a Christophe l’idea per il suo logo, un pesce stilizzato.
In tal mondo si realizza, anche visivamente, una sentesi, semplice ed efficace, con la altrettanto forte passione per la terrra di cui lo Champagne, custodito e racchuiso nelle bottiglie il cui design è anch’esso ispirato al mare, è il frutto.

Dalla terra al mare, il cerchio si chiude.
Christophe si divide tra Formentera, nelle Baleari, dove ha trascorso l’infanzia, e Nizza, in Costa Azzurra.

×

Carrello